LE LETTURE DI TEO' CON PILAR MORALES E GIORGIO DAL FIUME

 

In occasione dell'ultimo incontro con Nicola, Nicoletta e Luca, alle Letture di TeO' ci saranno due ospiti speciali!

La prima parte della serata sarà a cura di Giorgio Dal Fiume, presidente WFTO-Europa (World Fair Trade Organization-Europe), e Pilar Morales, ingegnere tessile peruviano e fondatrice del progetto B.e. Quality.


Ecco i quattro punti salienti:

1. L’Etico e il Sostenibile è solo una moda?

2. Il buco nero del consumo

3. Il consumo che vota

4. Scegliere è bello e possibile


Dopo questa chiacchierata Le Letture di TeO' proseguiranno, quindi non dimenticarti di portarti il tuo amato libro o qualche tuo scritto da poter leggere e condividere con il gruppo. 


 

 

Qualche informazione su Giorgio e Pilar:


GIORGIO DAL FIUME

Giorgio dal Fiume è il presidente WFTO-Europa (World Fair Trade Organization) e Responsabile Formazione Altromercato. Giorgio è anche membro del consiglio direttivo di Equo Garantito. Partecipa a numerosi eventi ed è coordinatore Terra Equa Festival del Commercio Equo e dell’Economia Solidale

Cos’è Altromercato?

Fondato nel 1988, Altromercato è la principale organizzazione di fair trade presente in Italia e tra le principali a livello internazionale. Altromercato è una realtà collettiva, che ha scelto fin dalla nascita una forma comunitaria di scambio e crescita poiché crede nei valori del confronto e della partecipazione. Lavora con circa 150 organizzazioni, formate da decine di migliaia di artigiani e contadini in 50 paesi. 

Scopri di più su www.altromercato.it


 

PILAR MORALES

Pilar Morales è un ingegnere tessile di origine peruviana. Lavora in Italia ed Europa per diversi brand importanti della moda europea da 1998.Pilar Morales è un ingegnere tessile di origine peruviana. Lavora in Italia ed Europa per diversi brand importanti della moda europea da 1998 .

Il progetto B.e Quality

In questi anni Pilar ha avuto l'opportunità di vedere ogni passo del processo produttivo tessile: la sovrapproduzione, lo sfruttamento delle risorse ambientali, l'inquinamento irresponsabile delle acque dei fiumi e mari, oltre allo sfruttamento del lavoro in molte fabbriche  in Asia, Africa e Sudamerica.

Proprio per queste esperienze, e la consapevolezza maturata, decide nel 2009, di fare qualcosa di concreto per fare un cambio. E parte con il suo progetto B.e Quality, con l'obiettivo di creare un modo di lavorare con rispetto a 360 gradi, della natura, delle comunità che producono nostri capi e di noi stessi.

Scopri di più su:  www-be-quality.com

 

Richiedi informazioni



CAPTCHA *
Concedo il consenso | privacy *
Iscrizione alla newsletter

Informativa estesa sull'uso dei cookies